esperti-come-pulire-i-dentini

Come pulire i dentini appena spuntati

Eliminare i residui di latte e delle prime pappe è possibile e consigliabile.
Non con lo spazzolino, ma…


Anche se il neonato si sta alimentando ancora prevalentemente con il latte o con pappe semiliquide, i dentini da latte vanno puliti con spazzolino e dentifricio non appena sono completamente spuntati dalla gengiva.
Dopo i pasti, infatti, i residui di cibo aderiscono allo smalto dei denti e si insinuano nel colletto gengivale, alterando il pH della bocca e promuovendo la formazione di placca e carie.

Ma l’attenzione all’igiene orale deve cominciare fin dalla nascita, se si vuole assicurare al bambino il massimo benessere e prevenire infiammazioni e fastidi, in attesa che spuntino i primi dentini.
Prima che inizi la dentizione, non è necessario né indicato l’uso dello spazzolino: in questa fase, per la pulizia della bocca del bambino è sufficiente passare delicatamente sulle gengive e sui pochi dentini che stanno erompendo una garzina pulita e inumidita, avvolta intorno al dito, oppure l’apposito dito di gomma.

Spazzolino morbido quando spuntano i primi

Più avanti, intorno agli 8-10 mesi, quando i primi dentini sono già presenti si deve iniziare a usare uno spazzolino con testina piccola e setole morbide specifico per neonati e, fino ai tre anni, un dentifricio senza fluoro.

Per favorire lo sviluppo dello smalto e la crescita di denti robusti, fino a tre anni, il fluoro va somministrato con le classiche compresse.

La pulizia dei dentini va effettuata dopo ogni poppata o pasto, mentre il bambino è sdraiato (per esempio, prima o dopo il cambio del pannolino) e comunque prima di farlo coricare per il sonnellino. Per non vanificare gli effetti dell’operazione, è assolutamente vietato concedere ciucci o tettarelle del biberon zuccherati per calmare il neonato e favorire il sonno.

Terminata la dentizione, il bambino va abituato a lavarsi da solo i denti (idealmente all’inizio del 3° anno), insegnandogli a usare correttamente spazzolino e dentifricio (che ora deve contenere fluoro) e supervisionandolo durante i lavaggi (sempre dopo ogni pasto e prima di andare a letto).
Per il filo interdentale, invece, c’è tempo, dal momento che questo presidio non è indicato per la pulizia dei denti da latte.