skip to Main Content

Alovex

PER DARE RIMEDIO A DIVERSI PROBLEMI

Alovex - Aloe Vera

Aloe vera, una storia di usi e culture

Nota sin dall’antichità, basti considerare come siano presenti sue rappresentazioni già nei fregi di templi egizi risalenti al 4000 a.C. e come il suo primo impiego a scopo terapeutico sia descritto in tavole di argilla risalenti addirittura ai sumeri (2000 a.C. circa), l’Aloe vera è stata chiamata in molti modi, proprio per sottolineare quelle proprietà che le hanno riconosciuto un posto d’onore tra i rimedi popolari tradizionali in fatto di protezione: “bacchetta magica del paradiso”, “guaritore silenzioso” e “pianta dell’immortalità” per citarne alcune.

L’Aloe appartiene alla famiglia delle Aloaceae e se ne contano ben 350 varietà. Dalle foglie acuminate e carnose, che richiamano quelle di un cactus, esce un gel o un succo acquoso – quando tagliate – contenenti la linfa della corteccia e il gel o succo che viene utilizzato per determinati impieghi nel campo medicale.

Un uso che si protrae sino ai tempi di Dioscoride, Plinio il Vecchio e Galeno, che ne hanno documentato la versatilità di utilizzo grazie a cui l’Aloe vera ha trovato in seguito terreno fertile e un grande riconoscimento in diversi paesi e culture. Tra gli impieghi più curiosi, in Cina veniva mescolata alla liquirizia per preparare bevande toniche (anche l’Imperatore Tiberio ricorreva al succo di Aloe vera per accrescere la sua forza) mentre in India e tra i navajo americani le erano attribuite proprietà afrodisiache.

Il ricorso all’Aloe vera in caso di ferite e per il trattamento dei disturbi della pelle è risultato sicuramente il più accreditato tra i diversi gruppi etnici che ne hanno fatto utilizzo; per esempio, in Messico le donne maya della regione dello Yucatan per secoli hanno fatto ricorso all’Aloe vera come agente idratante mentre i primi testi medici indiani riportano come l’Aloe fosse indicata per trattare le infiammazioni della pelle.

È proprio negli ultimi anni che l’Aloe vera ha attirato l’attenzione della comunità scientifica che ha iniziato a studiarne le proprietà facendo ricorso al metodo sperimentale. Diversi studi ne hanno indagato gli effetti benefici, come nel caso di ustioni e ferite.

Continua ancora oggi a mantenere una grande popolarità e infatti la si ritrova in numerosi prodotti, anche farmaceutici oltre che cosmetici; quelli che si ottengono dalla foglia di Aloe sono di due tipi: il succo (o latice) e il gel di aloe.

In diverse parti del mondo l’Aloe vera viene utilizzata in caso di scottature, ferite o eritemi della pelle.

J. Lawless, Judith Allan Aloe vera. Le proprietà terapeutiche di una pianta versatile ed efficace.

Aloe. Humanitas Research Hospital. www.humanitas.it

Capasso R., Laudato M., Grandolini G., Capasso F. (2013) Aloe. Springer, Milano.

Back To Top