skip to Main Content

Alovex

PER DARE RIMEDIO A DIVERSI PROBLEMI

Come prenderti cura dell’igiene orale del tuo bambino?

Sin dalla nascita non dovrà essere messa da parte, né tantomeno sottovalutata, l’igiene orale del vostro bambino. È infatti fondamentale seguire alcune corrette abitudini per poter mantenere nel tempo la salute della sua bocca. Senza dubbio la corretta pulizia dei denti assume una posizione di primaria importanza: regolarità e adattamento ai cambiamenti fisiologici della crescita sono le due parole chiave. È proprio in questo modo che si potrà evitare lo sviluppo di eventuali problematiche come carie, placca e altre complicanze, che necessiterebbero altrimenti di interventi e trattamenti specifici.

Vediamo insieme alcune indicazioni da tenere bene a mente!

Fino a quando farà capolino il primo dentino, sarà sufficiente ricorrere a una garza asciutta da passare sulle mucose dopo ogni poppata. A seguire, sarà invece opportuno iniziare con spazzolini dalle dimensioni ridotte, assieme a un piccolissimo apporto di dentifricio. A partire dai tre anni potranno essere usate maggiori quantità per contrastare l’insorgenza di carie.

Se il dentifricio è utile in generale come coadiuvante (vanno evitati quelli “sbiancanti” che sono abrasivi per natura), è l’azione meccanica dello spazzolamento che permette di eliminare la placca dai dentini. Se all’inizio ve ne prenderete personalmente cura, dopo i tre anni il vostro bambino imparerà a gestire la pulizia in autonomia, seguendo il vostro esempio.

Dopo ogni pasto – quindi almeno 3 volte al giorno – è bene assicurarsi di spazzolare con attenzione le superfici di tutti i denti per un tempo non inferiore ai 3 minuti.

Lo spazzolino va cambiato all’incirca ogni tre mesi: tutto dipende però da quanto sono alterate le sue setole; se si nota che si aprono a ciuffi e restano piegate, è bene procedere con l’acquisto di un nuovo prodotto onde evitare danni alla gengiva.

Esiste un modo molto efficace per spazzolare al meglio i denti. Questa tecnica prevede di seguire un movimento specifico che andrebbe ripetuto 4-5 volte per ogni faccia del dente.
  1. Si parte dall’arcata superiore, mantenendo lo spazzolino parallelo ed esercitando una lieve pressione rispetto alla superficie dei denti, mentre con una rotazione si porta lo strumento verso l’estremità opposta;
  2. Si prosegue con lo stesso tipo di movimento sulla facciata interna, per poi proseguire sulla superficie masticatoria;
  3. Il tutto va rieseguito anche per pulire l’arcata inferiore.
Non dimenticatevi infine di segnare a calendario, una volta che saranno spuntati tutti i denti decidui (tra i 24 e i 30 mesi), la prima vista con l’odontoiatra! Un appuntamento che non si può rimandare a lungo e che sarà molto utile per garantire la salute di bocca e dentini al vostro bambino.

Gli strumenti dell’igiene orale, Ospedale Bambino Gesù

http://www.ospedalebambinogesu.it/gli-strumenti-dell-igiene-orale#.XvrvBC1abfY> 

Igiene orale, Ospedale Bambino Gesù

http://www.ospedalebambinogesu.it/igiene-orale#.Xvruyi1abfY

Back To Top